unisa ITA  unisa ENG


Osservatorio Giovani OCPG

Art House: Resoconto prima sessione formativa per i 50 artisti.

Si è conclusa, il giorno 11 luglio 2016, la prima sessione formativa per i 50 artisti del progetto Art House.

 

Il primo appuntamento si è tenuto il 28 giugno 2016 nell'Aula Consiliare del Comune di ‪Eboli, accogliendo la volontà del sindaco Massimo Cariello e del consigliere comunale Carmine Busillo di svolgere il primo degli appuntamenti formativi di Art House in un luogo istituzionale e dal grande valore simbolico.

Si è parlato di cinema, di musica e di immaginario collettivo sulle mafie con il prof. Marcello Ravveduto, coordinatore scientifico del progetto. Attraverso la visione di interessanti estratti video di musiche, di pubblicità e proiezioni di stralci cinematografici il prof. Ravveduto ha mostrato come l'immaginario collettivo abbia avuto un ruolo determinante nella percezione storico-sociale dei fenomeni mafiosi contribuendo alla pervasività e all'influenza del messaggio mafioso.

 

La seconda lezione si è tenuta, sempre con il prof. Marcello Ravveduto, il 30 giugno 2016 al MOA - Museum of Operation Avalanche - di Eboli  scoprendo il filone del racconto delle mafie nel cinema e nella fiction televisiva attraverso la visione di estratti dal film "Il giorno della civetta" tratto dall'omonimo libro di Leonardo Sciascia e dalla fiction "La Piovra" con Michele Placido nel ruolo del commissario Cattani prodotta dalla Rai. Gli artisti hanno avuto modo di entrare nel mondo della neomelodia napoletana, tentando di capire le ragioni che hanno portato alla nascita ed alla diffusione di un genere che parte dal racconto della realtà quotidiana, delle difficoltà e dei sentimenti delle classi popolari e osservando come questo genere si è evoluto dagli anni 80 sino ad oggi.

 

Nella seconda parte della giornata la prof.ssa Angelamaria Fiorillo e l'avv. Annamaria Polito dell'Associazione Legalita hanno raccontato il senso dell'educazione alla legalità non intesa solo come contrasto alla varie forme di criminalità diffuse o l'essere conforme alla legge, ma anche come volontà di mettersi in gioco individualmente attraverso l'impegno per favorire la diffusione della bellezza e delle idee di libertà e giustizia sociale.

 

Il terzo incontro si è tenuto il 4 luglio 2016 ed è stato dedicato alla visita del centro storico di Eboli, scoprendone le chiese, i vicoli, la storia e la tradizione dietro la sapiente guida di Peppe Barra. Gli artisti sono stati anche al MOA - Museum Operation Avalanche - dove Giuseppe Fresolone li ha guidati tra le fotografie, i documenti e i reperti bellici che raccontano giorni di guerra e di liberazione che hanno cambiato la storia e l'Italia.

 

Il giorno 8 luglio 2016 Art House ha ricevuto la visita del Sottosegretario ai Beni Culturali e al Turismo Antimo Cesaro che con queste parole ha espresso il suo sostegno al progetto:  "Un progetto come Art House è la migliore concretizzazione dello slogan secondo cui la cultura è l'unico vero antidoto all'illegalità e al degrado. Non solo infatti assistiamo alla riqualificazione di un immobile strappato alla camorra e trasformato in una casa dell'arte e quindi un centro di produzione culturale in grado di dare lustro a tutta la Piana del Sele, ma soprattutto viene data la possibilità a cinquanta giovani e meritevoli artisti campani di poter coltivare il proprio sogno e di essere accompagnati verso un futuro professionale in linea con il percorso di studio compiuto". E' possibile ascoltare l'intervista al link.

 

Nel frattempo è andato avanti anche il percorso formativo grazie all'intervento di Gerardo Cardillo che ha parlato di progettazione e fondi strutturali e Paolo Senatore che ha approfondito il tema della progettazione sociale.

 

La prima sessione formativa si è conclusa il giorno 11 luglio 2016 con una lezione tenuta da Stefania Leone dell'Osservatorio OCPG che ha affrontato, in primis, un'introduzione alla progettazione in ambito sociale e culturale con l'esplorazione degli elementi di analisi relativi ai seguenti argomenti chiave:

  • tipi di progettualità; 
  • finalità e obiettivi specifici della proposta progettuale; 
  • il partenariato, le reti di partners generative di altre reti e il networking con attori politico-istituzionali, privati e sociali; 
  • la gestione delle risorse. 


Una seconda parte dell'intervento è stata dedicata alla somministrazione di un questionario agli artisti selezionati dal progetto Arthouse volta alla raccolta di dati utili a rilevare il rapporto tra i giovani artisti e la sfera della creatività, base empirica finalizzata anche alla valutazione del progetto stesso.

 

La seconda parte della giornata si è chiuso con Fabio Giuliani, referente regione di Libera contro le Mafie che ha parlato di riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata e della virtuosa esperienza di Libera.