unisa ITA  unisa ENG


Osservatorio Giovani OCPG

Gemellaggio Liceo Artistico di Volterra-Art House

Sabato 15 ottobre 2016 una delegazione di Art House è stata a Volterra in occasione dell'intitolazione dell'Aula Magna del Liceo Artistico "G. Carducci" a Marcello Torre, Sindaco di Pagani, ucciso dalla camorra nel 1980, e a tutte le vittime della criminalità organizzata.

 

L'iniziativa si colloca all'interno di un progetto di Avviso Pubblico, "Il Silenzio è dolo", che, con l'obiettivo di promuovere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile attraverso azioni concrete, sollecita fra l'altro le scuole a intitolare aule o spazi a una vittima innocente delle mafie.

 

La cerimonia ha visto la partecipazione di Anna Maria Torre, figlia di Marcello Torre nonché vice presidente dell'Associazione "Marcello Torre", e di  Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale dell'Associazione Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, impegnata quotidianamente nella lotta alla criminalità e nella promozione di una cultura della legalità a partire dalle giovani generazioni.

 

Sono intervenuti Marcello Ravveduto, autore del Libro "Il Sindaco Gentile" nonchè coordinatore scientifico del progetto Art House e Anna Garofalo, referente provinciale dell'Associazione Libera a Salerno.

 

Nell'occasione è stato siglato il gemellaggio di Art House con il Liceo Artistico di Volterra. In rappresentanza di Art House erano presenti la scrittrice Giovanna Gagliardi e il fotografo Costangelo Pacilio, accompagnati dal coordinatore organizzativo del progetto Ilario Massarelli.

 

Gli artisti hanno testimoniato il proprio impegno nell'ambito del progetto, un impegno che nasce dalla sfida di fare arte come impegno civile e diffondere bellezza come antidoto all'illegalità.

 

Portare Art House a Volterra nell'ambito di una iniziativa tanto importante è stato motivo di grande orgoglio e la targa dedicata a Marcello Torre apposta in quell'aula magna porta con sé un ulteriore valenza: ha offerto la possibilità di mettere in connessione due realtà, Volterra con Eboli, che sono anche due testimonianze di impegno per la memoria e la legalità.