unisa ITA  unisa ENG


Osservatorio Giovani OCPG

Giovani e partecipazione

 

"Giovani e partecipazione": si è svolto martedì 27 marzo nell'aula 13 della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Salerno il secondo appuntamento del Ciclo dedicato alle tematiche giovanili, nell'ambito del Programma Tirocini SIRG, finanziato dal Settore Politiche Giovanili regione Campania. Sul tema della partecipazione giovanile sono stati affrontati due focus: la partecipazione attraverso i Forum giovanili e le forme di partecipazione nella sfera del volontariato, dell'associazionismo e del Terzo settore.

L'approfondimento relativo alla "Partecipazione attraverso i Forum della gioventù" è stato guidato dalla dott.ssa Filomena Marcantonio, Presidente del Forum Provinciale della Gioventù di Benevento, con esperienze negli ambiti dell'associazionismo culturale e delle pari opportunità. La relatrice ha  sottolineato il fondamentale contributo che ogni giovane può apportare ad un gruppo di pari, quale è un Forum dei giovani, in un'ottica di crescita e miglioramento reciproco. In questa prospettiva, partecipare non vuol dire omologarsi, bensì esprimere la propria unicità, partorire insieme quello che da soli non potrebbe essere fatto. Durante l'incontro sono stati affrontati i temi della coesione sociale, come precondizione della società; coinvolgimento e contaminazione, elementi essenziali della partecipazione; disponibilità e apertura al dialogo, presupposti fondamentali per lavorare in team. Filomena Marcantonio, stimolando nei giovani partecipanti al seminario l'interesse verso i gruppi associativi, ha illustrato il percorso operativo per promuovere l'attivismo giovanile, a partire dal primo contatto conoscitivo e, a seguire, familiarizzando, socializzando, partecipando, organizzando, divenendo autonomi ed operando in network tra pari. I gradi di partecipazione alle attività sono diversi su una scala che va dalla mancata partecipazione alla partecipazione attiva e passa attraverso gli stadi intermedi di partecipazione con la semplice presenza e con l'apporto di idee. Le politiche giovanili si configurano come assetti orizzontali, in cui si miscelano elementi diversi e necessari per il raggiungimento dell'output finale: competenze, motivazioni e opportunità.  

Il secondo focus tematico "Associazioni, volontariato e Terzo Settore", è stato presentato dal dott. Marco Di Maio,  esperto  di associazionismo, volontariato e no profit.  Gli argomenti affrontati dal relatore hanno spaziato nell'ambito delle organizzazioni di volontariato, focalizzando l'attenzione sugli aspetti giuridici utili alla costituzione formale delle OdV. L'incontro ha sviluppato le linee guida della costituzione di un'associazione, la classificazione dei diversi gruppi a titolo volontario, associazioni di volontariato e di promozione sociale, cooperative sociali, ONLUS, fondazioni e comitati. Inoltre, sono stati approfonditi argomenti come l'identificazione delle associazioni giuridicamente riconosciute, i registri delle associazioni di promozione sociale (APS), il ruolo complesso che i soggetti che gravitano intorno all'associazionismo no profit svolgono quando diventano interlocutori propositivi verso le  istituzioni. Il dott. Di Maio ha sottolineato come, al giorno d'oggi, a livello regionale ci siano ancora vuoti normativi e incoerenze nell'ambito dei testi legislativi che disciplinano il settore trattato. Tali mancanze penalizzano notevolmente le espressioni di associazionismo locale, limitandone le attività e le possibili aree di intervento.